Aggressioni nelle strutture sanitarie

Reading Time: 1 minute

I medici e gli operatori non si sentono più al sicuro
Il 26 gennaio scorso, a Bagheria (PA), una dottoressa è stata minacciata e aggredita mentre svolgeva il proprio lavoro in guardia medica. L’episodio è avvenuto in una struttura dotata di videosorveglianza e di un dispositivo di allarme collegato con le forze dell’ordine.
Sull’episodio è intervenuto anche il dottor Filippo Anelli, presidente della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (FNOMCeO), il quale in una videointervista ha dichiarato: “Gli Ordini e le Istituzioni hanno il dovere di difendere il diritto a curare e a farlo in condizioni di sicurezza”. (…)

[continua a leggere l’approfondimento qui su LinkedIn]
[Leggi l’intero articolo alla fonte: Il Giornale]
[Ulteriori informazioni anche su: AdnKronos e Quotidiano Sanità]